Monthly Archives: luglio 2014

Architettura del ‘900. Camera dei Deputati (Roma): pianta con descrizione

Età: 13 +
Utilizzo: Individuale
Tipologia: Tattile

Architettura del '900. Camera dei Deputati (Roma): pianta

Architettura del ‘900. Camera dei Deputati (Roma): pianta

Tavola in plastica bianca termoformata (cm 38×20), in altorilievo, raffigurante le più importanti fasi della storia e dell’architettura. I piani tridimensionali delle superfici rappresentate, soprattutto nel caso di grandi costruzioni, consentono allo studente di individuare e decodificare le principali caratteristiche e le proporzioni della figura.

Obbiettivi operativi-percettivi-cognitivi:
Analisi degli elementi storico-antropologici, architettonici ed estetici. Collocazione temporale degli elementi analizzati. Consolidamento capacità immaginativa e di trasposizione dal piano alla realtà tridimensionale. Identificazione dei dettagli e ricostruzione d’insieme.
Sviluppo del linguaggio:
Denominazione degli elementi architettonici. Verbalizzazione e arricchimento del linguaggio specifico.

Architettura del ‘900. Palazzo della civiltà del lavoro (Roma): pianta, prospetto con descrizione

Età: 13 +
Utilizzo: Individuale
Tipologia: Tattile

Architettura del '900. Palazzo della civiltà del lavoro (Roma): pianta

Architettura del ‘900. Palazzo della civiltà del lavoro (Roma): pianta

Tavola in plastica bianca termoformata (cm 38×20), in altorilievo, raffigurante le più importanti fasi della storia e dell’architettura. I piani tridimensionali delle superfici rappresentate, soprattutto nel caso di grandi costruzioni, consentono allo studente di individuare e decodificare le principali caratteristiche e le proporzioni della figura.

Architettura del '900. Palazzo della civiltà del lavoro (Roma): prospetto

Architettura del ‘900. Palazzo della civiltà del lavoro (Roma): prospetto

Obbiettivi operativi-percettivi-cognitivi:
Analisi degli elementi storico-antropologici, architettonici ed estetici. Collocazione temporale degli elementi analizzati. Consolidamento capacità immaginativa e di trasposizione dal piano alla realtà tridimensionale. Identificazione dei dettagli e ricostruzione d’insieme.
Sviluppo del linguaggio:
Denominazione degli elementi architettonici. Verbalizzazione e arricchimento del linguaggio specifico.

Architettura del ‘100. San Nicola (Bari): prospetto con descrizione

Età: 13 +
Utilizzo: Individuale
Tipologia: Tattile

Architettura del '100. San Nicola (Bari): prospetto

Architettura del ‘100. San Nicola (Bari): prospetto

Tavola in plastica bianca termoformata (cm 38×20), in altorilievo, raffigurante le più importanti fasi della storia e dell’architettura. I piani tridimensionali delle superfici rappresentate, soprattutto nel caso di grandi costruzioni, consentono allo studente di individuare e decodificare le principali caratteristiche e le proporzioni della figura.

Obbiettivi operativi-percettivi-cognitivi:
Analisi degli elementi storico-antropologici, architettonici ed estetici. Collocazione temporale degli elementi analizzati. Consolidamento capacità immaginativa e di trasposizione dal piano alla realtà tridimensionale. Identificazione dei dettagli e ricostruzione d’insieme.
Sviluppo del linguaggio:
Denominazione degli elementi architettonici. Verbalizzazione e arricchimento del linguaggio specifico.

Architettura del ‘600. San Carlo al Corso (Roma): prospetto con descrizione

Età: 13 +
Utilizzo: Individuale
Tipologia: Tattile

Architettura del '600. San Carlo al Corso (Roma): prospetto

Architettura del ‘600. San Carlo al Corso (Roma): prospetto

 

Tavola in plastica bianca termoformata (cm 38×20), in altorilievo, raffigurante le più importanti fasi della storia e dell’architettura. I piani tridimensionali delle superfici rappresentate, soprattutto nel caso di grandi costruzioni, consentono allo studente di individuare e decodificare le principali caratteristiche e le proporzioni della figura.

Obbiettivi operativi-percettivi-cognitivi:
Analisi degli elementi storico-antropologici, architettonici ed estetici. Collocazione temporale degli elementi analizzati. Consolidamento capacità immaginativa e di trasposizione dal piano alla realtà tridimensionale. Identificazione dei dettagli e ricostruzione d’insieme.
Sviluppo del linguaggio:
Denominazione degli elementi architettonici. Verbalizzazione e arricchimento del linguaggio specifico.

Basilica di San Paolo fuori le mura (Roma): pianta con descrizione

Età: 13 +
Utilizzo: Individuale
Tipologia: Tattile

Basilica di San Paolo fuori le mura (Roma): pianta

Basilica di San Paolo fuori le mura (Roma): pianta

Tavola in plastica bianca termoformata (cm 38×20), in altorilievo, raffigurante le più importanti fasi della storia e dell’architettura. I piani tridimensionali delle superfici rappresentate, soprattutto nel caso di grandi costruzioni, consentono allo studente di individuare e decodificare le principali caratteristiche e le proporzioni della figura e del suo orientamento nello spazio.

Obbiettivi operativi-percettivi-cognitivi:
Analisi degli elementi storico-antropologici, architettonici ed estetici. Collocazione temporale degli elementi analizzati. Consolidamento capacità immaginativa e di trasposizione dal piano alla realtà tridimensionale. Identificazione dei dettagli e ricostruzione d’insieme. Corrispondenza fra simbologia e legenda.
Sviluppo del linguaggio:
Denominazione degli elementi architettonici. Verbalizzazione e arricchimento del linguaggio specifico.

Architettura del ‘700. Piazza del Popolo (Roma): planimetria con descrizione

Età: 13 +
Utilizzo: Individuale
Tipologia: Tattile

Architettura del '700. Piazza del Popolo (Roma): planimetria

Architettura del ‘700. Piazza del Popolo (Roma): planimetria

Tavola in plastica bianca termoformata (cm 38×20), in altorilievo, raffigurante le più importanti fasi della storia e dell’architettura. I piani tridimensionali delle superfici rappresentate, soprattutto nel caso di grandi costruzioni, consentono allo studente di individuare e decodificare le principali caratteristiche e le proporzioni della figura e del suo orientamento nello spazio.

Obbiettivi operativi-percettivi-cognitivi:
Analisi degli elementi storico-antropologici, architettonici ed estetici. Collocazione temporale degli elementi analizzati. Consolidamento capacità immaginativa e di trasposizione dal piano alla realtà tridimensionale. Identificazione dei dettagli e ricostruzione d’insieme. Corrispondenza fra simbologia e legenda.
Sviluppo del linguaggio:
Denominazione degli elementi architettonici. Verbalizzazione e arricchimento del linguaggio specifico.

Architettura del ‘600. Duomo di Lecce: planimetria della piazza con descrizione, pianta, prospetto con descrizione

Età: 13 +
Utilizzo: Individuale
Tipologia: Tattile

Architettura del '600. Duomo di Lecce: prospetto

Architettura del ‘600. Duomo di Lecce: prospetto

Tavole in plastica bianca termoformate (cm 38×20), in altorilievo, raffiguranti le più importanti fasi della storia e dell’architettura. I piani tridimensionali delle superfici rappresentate, soprattutto nel caso di grandi costruzioni, consentono allo studente di individuare e decodificare le principali caratteristiche e le proporzioni della figura.

Architettura del '600. Duomo di Lecce: pianta

Architettura del ‘600. Duomo di Lecce: pianta

Obbiettivi operativi-percettivi-cognitivi:
Analisi degli elementi storico-antropologici, architettonici ed estetici. Collocazione temporale degli elementi analizzati. Consolidamento capacità immaginativa e di trasposizione dal piano alla realtà tridimensionale. Identificazione dei dettagli e ricostruzione d’insieme. Corrispondenza fra simbologia e legenda.
Sviluppo del linguaggio:
Denominazione degli elementi architettonici. Verbalizzazione e arricchimento del linguaggio specifico.

Architettura del ‘600. Santa Croce (Lecce): rosone

Età: 13 +
Utilizzo: Individuale
Tipologia: Tattile

Architettura del '600. Santa Croce (Lecce): rosone

Architettura del ‘600. Santa Croce (Lecce): rosone

Tavola in plastica bianca termoformata (cm 38×20), in altorilievo, raffigurante il particolare architettonico del rosone della Basilica di Santa Croce a Lecce.

Obbiettivi operativi-percettivi-cognitivi:
Analisi degli elementi storico-antropologici, architettonici ed estetici. Collocazione temporale degli elementi analizzati. Consolidamento capacità immaginativa e di trasposizione dal piano alla realtà tridimensionale. Identificazione dei dettagli e ricostruzione d’insieme.
Sviluppo del linguaggio:
Denominazione degli elementi architettonici. Verbalizzazione e arricchimento del linguaggio specifico.

Architettura del ‘600. Sant’Agnese in Agone (Roma): pianta con descrizione

Età: 13 +
Utilizzo: Individuale
Tipologia: Tattile

Architettura del '600. Sant’Agnese in Agone (Roma): pianta

Architettura del ‘600. Sant’Agnese in Agone (Roma): pianta

Tavola in plastica bianca termoformata (cm 38×20), in altorilievo, raffigurante le più importanti fasi della storia e dell’architettura. I piani tridimensionali delle superfici rappresentate, soprattutto nel caso di grandi costruzioni, consentono allo studente di individuare e decodificare le principali caratteristiche e le proporzioni della figura.

Obbiettivi operativi-percettivi-cognitivi:
Analisi degli elementi storico-antropologici, architettonici ed estetici. Collocazione temporale degli elementi analizzati. Consolidamento capacità immaginativa e di trasposizione dal piano alla realtà tridimensionale. Identificazione dei dettagli e ricostruzione d’insieme.
Sviluppo del linguaggio:
Denominazione degli elementi architettonici. Verbalizzazione e arricchimento del linguaggio specifico.

Architettura del ‘600. Porta del Popolo (Roma): prospetto con descrizione

Età: 13 +
Utilizzo: Individuale
Tipologia: Tattile

Architettura del '600. Porta del Popolo (Roma): prospetto

Architettura del ‘600. Porta del Popolo (Roma): prospetto

Tavola in plastica bianca termoformata (cm 38×20), in altorilievo, raffigurante le più importanti fasi della storia e dell’architettura. I piani tridimensionali delle superfici rappresentate, soprattutto nel caso di grandi costruzioni, consentono allo studente di individuare e decodificare le principali caratteristiche e le proporzioni della figura.

Obbiettivi operativi-percettivi-cognitivi:
Analisi degli elementi storico-antropologici, architettonici ed estetici. Collocazione temporale degli elementi analizzati. Consolidamento capacità immaginativa e di trasposizione dal piano alla realtà tridimensionale. Identificazione dei dettagli e ricostruzione d’insieme.
Sviluppo del linguaggio:
Denominazione degli elementi architettonici. Verbalizzazione e arricchimento del linguaggio specifico.